Sul disastro della questione “sito Inps bloccato” sta avanzando l’ipotesi che non fosse l’attacco hacker il problema. Attendiamo l’esito del lavoro del Garante della Privacy (che sono sicuro sarà scrupoloso) e poi vediamo. Di certo non pagherà nessuno, ma almeno… scusatevi pubblicamente con gli italiani.